Non bisogna andare molto lontano per poter godere di una fantastica settimana bianca. In Abruzzo, infatti, che negli ultimi anni gode di una splendida neve naturale ideale per ogni tipo di attività sportiva invernale, potrete trovare Centosessanta chilometri di piste e venti chilometri di percorsi per gli amanti dello sci nordico. Dove?! A Roccaraso, la ‘‘Cortina d’Ampezzo del centro-sud”, nel favoloso scenario delle montagne della Majella nel Parco Nazionale.

Roccaraso è una delle stazioni sciistiche più note e attrezzate dell’ Abruzzo e di tutto il centro-sud Italia: per sciare come una volta, tra bianco totale e animali liberi, dove lo sci è sinonimo di paesaggi superbi scanditi dalla presenza copiosa di foreste,  animali selvaggi unita all’antica tradizione culturale ed eno-gastronomica abruzzese

roccaraso-piste

Le piste di Roccaraso

Il Comprensorio più completo dell’Appennino

Alcuni impianti e  piste sono a poca distanza del borgo, ma gli impianti più interessanti sono quelli di Aremogna Pizzalto, dai 1500 metri di partenza dell’altopiano ai 2410 metri di Toppe del Tesoro. L’intera area sciistica è dotata di una nuovissima cabinovia esaposto con agganciamento automatico, 8 seggiovie e 12 skilift e serve 60 km di piste dalle diverse tipologie di difficoltà: dal campo scuola a quelle omologate per gare nazionali e internazionali; queste ultime sono collegate con altri 48 km di piste dagli impianti della limitrofa stazione di Rivisondoli Monte Pratello su cui si scia con lo stesso ski pass, lo skipass Alto Sangro, con il quale si può anche sciare sulle piste di Pescocostanzo e Pescasseroli. </>

Si scia circondati da vette quasi alpine, su tracciati difficili (come la nera Cucchiaino o la Direttissima) e meno “addomesticati” rispetto ai più blasonati delle Dolomiti. I nomi? Attingono anche alle bellezze della natura: Lupo, Capriolo, Lepre, Orso, Le Aquile. Un plus, la possibilità di sciare davanti a borghi suggestivi o con vista sul mare Adriatico, come accade nella piccola stazione sciistica della Majelletta , ora fornita dello snowpark più in alta quota del Centro Italia, a 2000 metri.

Foto: www.facebook.com/majelletta

Un Borgo antico che vi stupirà

Roccaraso è anche un tipico e antico Borgo di montagna. Il turista che arriva a Roccaraso forse non sa che dove oggi sorgono Alberghi, strutture sportive e moderne costruzioni risiedette un’antichissima e prosperosa comunità, probabilmente di epoca romana. Da non perdere, in centro, è la Chiesa di San Rocco, costruita nella metà del Seicento per commemorare la fine della peste bubbonica. Gli interni dell’edificio vi stupiranno per l’imponente altare maggiore abbellito da un coro intagliato nel legno e per la cappella in stile barocco nella quale è custodita una statua del santo. Una grande scoperta è, inoltre, la Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, realizzata nel Cinquecento e ristrutturata nei secoli successivi. Negli interni a tre navate potrai vedere la seicentesca statua in argento di Sant’Ippolito e un affascinante pulpito in legno scolpito intorno alla metà del diciassettesimo secolo.

Roccaraso non è solo storia e cultura. Al calar del sole il borgo si anima di luci, suoni e colori. Le vie del centro vengono affollate da famiglie, giovani coppie e ragazzi in cerca di svago, divertimento o relax. Caratteristici della movida di Roccaraso sono i pub in cui trascorrere piacevoli serate dinanzi ad un buon boccale di birra artigianale, piatti tipici e tanta musica. Sicuramente consigliato è il Maverick Pub, un locale molto accogliente dove oltre alle birre, avrete la possibilità di gustare a prezzi modici cocktail di tutti i tipi e ogni genere di panino o stuzzichino.

E per chi non si vuole far mancare una serata in discoteca neppure in montagna c’è il discobar Rosso e Nero, situato vicino al centro della città, in via Roma. Non possono mancare, inoltre, i ristoranti con cucina tipica abruzzese: una cucina semplice ma ricca di gusto e tradizione. Numerosi sono i ristoranti che offrono una varietà di primi, secondi, dolci, insaccati, vini e formaggi. Tutti piatti di ottima qualità che ci permettono di avere l’opportunità di gustare dei sapori tradizionali come carni e salumi e numerose varietà di formaggi e vini. Speciale sono le salsicce e le costine con il sugo tradizionale, ravioli al grano saraceno con ragù di cinghiale, pappardelle ricotta e pistacchi.

E come possono mancare gli arrosticini ? Sono il piatto tipico dell’Abruzzo. Gustosi da mangiare sia in un ristorante, in locali tipici o ancora sulla neve acquistandoli nei numerosi chioschetti che sono presenti come punti di ristoro nelle numerose aree attrezzate per gli amanti degli sport invernali e non solo.  Ma dato che siamo in montagna però, un’occasione la offrono anche i rifugi, dove spesso si trova un’atmosfera unica, introvabile in un locale qualsiasi. Nei rifugi si beve, si mangia e a volte si organizzano serate per ballare vicino al fuoco, cosa desiderare di più?

Strutture ricettive Roccaraso

Strutture ricettive Roccaraso

Come raggiungere Roccaraso

Raggiungere Roccaraso è molto semplice sia per chi viene da Roma (autostrada A24), sia per chi viene dal Molise o dalla Campania ed infatti anche per la sua massima accessibilità che è da sempre meta invernale per molti appassionati di sci del centro-sud, che ogni stagione invernale riempiono, fino a registrare il tutto esaurito nel periodo natalizio, impianti sciistici, hotel, chalet e bed & breakfast. Cosa aspetti prenota la tua vacanza in  Abruzzo.

 

Scopri Roccaraso: la Cortina d’Ampezzo del centro-sud!
4.9 (97.86%) 28 votes